PLL: The Perfectionists 1×10 “Enter the Professor” – Recensione + TEORIE;

Episodio finale per questa stagione 1 di #PLLThePerfectionists! Dopo un finale più o meno “sconvolgente” stiamo in attesa e speranzosi per una stagione 2. Lasciare la serie con questo finale sarebbe veramente da BASTARDI. Intanto però proviamo a commentare ciò che abbiamo visto, facendo un po’ un bilancio della stagione, dei vari personaggi, e soprattutto della trama principale. Trama principale che in questo episodio ha raggiunto un punto alquanto preoccupante e una svolta davvero MOLTO interessante! Ora si inizia a giocare veramente. E’ stato un episodio MOLTO lento e soprattutto non somigliava affatto ad una Season Finale. I Season finale sono pieni d’ansia e adrenalina, di colpi di scena e di rivelazioni sconvolgenti. Questo episodio era molto tranquillo, transitorio. E’ chiaro che i produttori abbiano voluto solamente darci un assaggio. Hanno costruito questa stagione 1 sulla conoscenza dei nuovi personaggi, per provare a farceli amare così come avevamo amato le bugiardelle di Rosewood (e surclassare loro non è facile). I perfezionisti avevano tra le mani una grossa eredità, se così si può dire. Questo episodio finale serviva per attuare la VERA trama intorno al mistero dell’omicidio di Nolan. E da qui inizierà il tutto.

AVA

Questo episodio ha messo a dura prova i tre perfezionisti, ma questa volta non con ciò che riguarda l’omicidio di Nolan, ma con la loro vita e le difficoltà che devono affrontare. Colei che si è ritrovata nel problema più spinoso è stata SICURAMENTE Ava. Suo padre ritorna in scena in maniera sorprendente dopo essere stato latitante per un anno intero. Non appena l’uomo è riapparso ho avuto sensazioni negative. Non riuscivo a fidarmi di lui, e ho fatto bene. Come può un padre, così come una madre, abbandonare una figlia giovane senza darle nessuna spiegazione, macchiandola di un crimine che non è il suo, ad affrontare la stampa, la polizia e tutto il macello successivo allo scandalo, lasciarle un botto di soldi sicuramente rubati a qualcuno, e poi tornare un anno dopo e pretendere di riaverli solamente per ‘riunirli’ al resto dei soldi rubati? Ava è stata pazzesca nel riuscire ad affrontare suo padre a muso duro. Ava ha fatto un percorso di crescita che sicuramente si nota soprattutto adesso. Adesso che non pende più dalle labbra del padre. Abbiamo visto Ava soffrire molto per la situazione dei suoi genitori nei primi episodi. Abbiamo visto come cadde nella trappola di Dana Booker quando la donna si finse suo padre tramite finti sms. Oggi però Ava è riuscita a guardare dietro la maschera del ‘padre perfetto’ e ha visto un uomo meschino a cui non importa NULLA della figlia, e lo ha dimostrato chiaramente. Ava questa volta non ha pianto per lui. Ava questa volta ha capito che suo padre farà SEMPRE i suoi interessi, e quelli di nessun’altro. La ragazza è cresciuta molto, e la scelta di dare i soldi alla famiglia di Zach per permettergli di poter studiare a New York durante l’estate, riesce a dare prova del cuore grande che ha, ma soprattutto pone la sua relazione con Zach su un livello successivo e PARECCHIO importante. Ava ha passato la stagione a tentare di superare la perdita di Nolan, tentando di chiudere il suo cuore, chiudendo tutti fuori e costruendo un muro tra lei e il resto del mondo. Grazie a Caitlin, Dylan, e anche Zach, ha abbattuto quei muri e ha ricominciato a sorridere, ma soprattutto ad aprire il suo gran cuore. Di certo il mio personaggio preferito su più fronti, ma anche quello con più sfaccettature e che hanno maggiormente sviscerato.

CAITLIN

Passiamo a Caitlin. Sicuramente Caitlin è stata un po’ l’outsider dei tre perfezionisti. E’ sempre sembrata quella meno legata agli altri due (Dylan e Ava ndr.), ma non per questo non si è fatta amare. Personalmente ci ho messo un po’ di tempo per apprezzarla, ma alla fine si è dimostrata un gran bel personaggio. In questo episodio l’abbiamo vista affrontare le conseguenze di ciò che è successo con Jeremy. L’episodio ci ha dimostrato che il sentimento che provava e prova per l’uomo era ed è forte. Il senso di colpa che l’ha assalita è stato assolutamente comprensibile, soprattutto perché ha tradito l’uomo che amava senza dargli il beneficio del dubbio. E’ pur vero che lo stesso Jeremy non ha dato molte altre scelte a Caitlin quindi mi sento di stare dalla parte di lei. Spero realmente che le frasi del Professore: “Jeremy è servito e ora è fuori dall’equazione” non voglia dire che lo abbia ucciso, altrimenti Caitlin penso crollerebbe definitivamente e verrà divorata da tutto il senso di colpa per aver permesso ciò. Mi è però piaciuta per come è riuscita a tenere testa alla madre, finalmente! Era una delle cose che lamentavo nelle precedenti recensioni. Abbiamo visto una madre un po’ dispotica e legata alle apparenze che non permetteva alla figlia di vivere la vita che voleva, e una figlia che stava zitta e subiva. Ora però finalmente Caitlin ha parlato, e lo ha fatto bene! Anche lei ha fatto un percorso di crescita non indifferente e che solamente questo ultimo episodio mette in luce in modo palese. Caitlin era quella PIU’ LEGATA alle apparenze, al voler essere prima in tutto. Colpa di ciò anche il modo in cui le sue madri l’avevano cresciuta. Caitlin era la stessa che nei primi episodi chiese ad Ava di non apparire troppo addolorata al funerale di Nolan in quanto avrebbe dovuto fingere lei di essere quella affranta. Caitlin ADORAVA essere la prima in tutto, ma ora non più. Caitlin è riuscita a capire ciò grazie ad una cosa che prima di adesso non aveva: l’amicizia. Caitlin ha trovato degli amici sinceri e buoni che le hanno permesso di capire che non è importante essere primi in tutto, ma avere persone nella propria vita che ti vogliono bene. Caitlin li ha trovati ed è riuscita a guardare al suo futuro in un’ottica diversa. Mi piace!

DYLAN

Dylan è stato il personaggio che meno mi è piaciuto in questa prima stagione dello show. Purtroppo il ragazzo mi è sempre parso parecchio infantile, spocchioso, e a volte veramente scorretto e ipocrita nel giudicare le azioni di Ava e Caitlin, quando lui era consapevole di non essere un santo. Con il passare degli episodi il ragazzo è riuscito a farsi piacere, riuscendo a crescere anch’esso. Dylan è passato dall’essere quello pieno di segreti, quello che tradiva, quello che imbrogliava, ad essere quello che ora rischia di lasciare la BHU a causa della sua correttezza nel rivelare una sua scorrettezza. Ci ha messo la faccia al 100%, pronto ad affrontare ogni conseguenza, e ciò l’ho apprezzato molto. In questo episodio però le sue azioni mi hanno nuovamente fatto storcere il naso nel momento in cui è entrato in scena il personaggio di Luke. Mi sono ritrovato anche io nei panni di Dylan. Rivedere dopo tanti anni un compagno di scuola che all’epoca mi bullizzava per il mio essere gay. E’ destabilizzante, ti sconvolge e ti riporta indietro con la mente ad un passato che avevi dimenticato. Ciò che io ho fatto con questo ex compagno è stato parlargli, capire se fosse cambiato, se fosse maturato, se avesse capito i suoi errori, e sapete cos’è successo? Questa persona ora è mio amico, e sostiene i diritti civili al 100%. In adolescenza i ragazzi sono un po’ ignoranti, cattivelli, seguono un pensiero che nemmeno capiscono, si fanno trascinare da cose stupide. La maggio parte dei ragazzi alle superiori ha fatto o detto cose stupide, ma poi si cresce, si matura, si conosce il mondo e lo si vede sotto un’ottica diversa. Dylan con Luke non ha permesso nulla. Non ha permesso dialogo, apertura, niente di niente. Dylan ha dato per scontato che Luke fosse lo stesso stronzo delle scuole superiori. Ci sta avere un timore del genere, ma perché andare da lui a muso duro quasi minacciandolo e senza nemmeno dargli la possibilità di spiegarsi, di vedere cos’ha da dire? E’ stato un atteggiamento quasi da bullo che da Dylan non mi aspettavo! Capisco lo sgomento e il ‘tuffo nel passato’, ma doveva riflettere. E infatti alla fine assistiamo alla rivelazione che mi aspettavo: Luke era ed è gay. I suoi atti di bullismo erano causati dall’invidia che provava per Dylan e per la sua libertà nell’essere se stesso. E’ la storia più vecchia e VERA di questo mondo, e sono davvero curioso di capire a dove porterà. Non sono mai stato un amante della coppia Dylan/Andrew, mentre mi sono bastate quelle due scene tra Dylan e Luke per farmeli shippare alla grande! Sento puzza di triangolo.

ALTRE CONSIDERAZIONI:

  • Mi piace molto la storia che stanno riservando al personaggio di Alison. Alison sta tentando di uscire fuori da una storia finita male, dove ha amato, ha costruito, e ha visto tutto crollare. Il tutto a causa di un passato che sembra sempre tormentarla. Alison si è sentita quasi incapace di poter consigliare i tre perfezionisti, e lo ha dichiarato lei stessa a Caitlin. Ora però Alison deve provare a fare un percorso interiore per ritrovarsi, perché rischia di perdersi. Alison a volte ha paura di ritornare quell’orribile persona che era in passato, quando in realtà dovrebbe semplicemente abbracciare quel suo lato che esiste e farlo combaciare con la sua umanità che c’è, e lo sappiamo tutti. Solo così potrà stare bene con se stessa. Rimanere in perenne contrasto con il tuo lato “oscuro” potrebbe procurarle solo ulteriori problemi.

 

  • Il twist riguardo Mona e Mason mi è piaciuto un botto! Non mi aspettavo proprio che alla cara Claire piacesse la cioccolata fresca e invece ecco la rivelazione del secolo. Mona è stata la migliore in questo episodio, e le interazioni tra lei e Claire sono le più interessanti. Mona è chiaramente la persona che Claire teme di più, e questa cosa mi piace da matti!

SPECULAZIONI E TEORIE

Il nuovo cattivo si è svelato, o almeno ha svelato il suo nome ed è finalmente apparso. Il Professore. Sono contento di ciò in quanto fino ad ora non abbiamo avuto nessun segnale da questo misterioso cattivo, niente. Le trame andavano avanti con loro che tentavano di scoprire la verità ma nessun burattinaio si poteva intravedere all’orizzonte, nessuna tipica scena finale alla ‘A’. Invece questo episodio finalmente ci porta allo step successivo. Penso che qui non siamo di fronte alla ‘A’ di turno che vuole vendetta tramite dispettucci vari come fu per le bugiardelle. Qui siamo di fronte a qualcosa di serio e preoccupante e che pare coinvolga l’intera università. Il Professore ha parlato di un esperimento. Un esperimento che ha più fasi e ora siamo entrati nella fase 2. Ho la netta sensazione che la Beacon Heights University sia solamente una facciata, un qualcosa di apparentemente perfetto dove in realtà dietro ci stanno coloro che comandano, i potenti che gestiscono l’università e che in realtà la usano solamente per degli esperimenti sociali, psicologici. Più volte abbiamo potuto appurare che la BHU è solamente per i più brillanti e per i migliori. E’ il posto dove tutti sono sotto pressione, sempre, e i professori vogliono IL MEGLIO. Penso che il tutto sia fatto proprio perché dietro ciò ci stanno questi esperimenti sociali. Esperimenti che ad un certo punto sono iniziati a sfuggire di mano quando Peter Hotchkiss, marito di Claire, e padre di Nolan e Taylor, ha iniziato a capire qualcosa. Le rivelazioni di questo episodio mi mandano fuori strada e inizia ad allontanarsi il sospetto su Taylor Hotchkiss, un personaggio fin troppo debole per poter essere il Professore.

Ho come la sensazione che Claire sia una delle menti dietro questo progetto (non so se sia il professore). Probabilmente il signor Hotchkiss non era al corrente di ciò, e quando iniziò a diventare sospettoso e a scoprire le assurdità a cui erano sottoposti gli studenti, è stato fatto fuori con un colpo di pistola a cui ha assistito Taylor, di soli 14 anni (come ha rivelato lei stessa nella #1×09). Sempre nella #1×09 scopriamo che Taylor subito dopo la morte del padre creò la Beacon Guard, e sua madre fece capire una cosa con la frase: “Tutte le bugie e gli insabbiamenti. Dicevi che non sarebbe successo di nuovo”, ovvero che Taylor aveva iniziato a sospettare di lei e del fatto che potesse c’entrare con l’omicidio di suo padre Peter. Da qui altri membri dell’esperimento, o il Professore in persona, tentano di far fuori Taylor in quanto stava scoprendo troppo (Taylor scoprì tramite la Beacon Guard che qualcuno stava spiando un preciso gruppo di persone dell’università). Inoltre subito dopo la morte del signor Hotchkiss, Claire fece chiudere Taylor in una sorta di struttura ospedaliera. Forse per provare a farle il lavaggio del cervello? Forse non per farle ricordare ciò che aveva visto e che magari era troppo? Qualcuno quindi tenta di uccidere Taylor, ma la ragazza riesce a nascondersi e a fingere il suo suicidio, ed è in questo momento che si rivolge a Nolan, e insieme tentano di indagare per smascherare le Hotchkiss Industries, dove a capo ci sta sua madre e dove sicuramente si svolge tutto ciò che riguarda l’esperimento. Nella #1×01 infatti Nolan chiese a Taylor: “Nessuna novità sulle Hotchkiss Industries?“. Il fulcro di tutti i misteri è alle Hotchkiss Industries, e penso sia chiaro. 

La scoperta del fatto che il Professore riesca a telefonare ai protagonisti con i loro stessi telefonini mi ha illuminato e mi ha portato ad una risposta: ad inviare l’sms ad Alison la notte in cui Nolan fu ucciso, non fu il ragazzo, ma il Professore. Il Professore usò la sua tecnologia spacciandosi per Nolan e inviando ad Alison l’sms con su scritto: “Ho bisogno di parlarti. Incontriamo sulla Thorne Hall“. Il tutto per poter incastrare Alison per l’omicidio di Nolan. Purtroppo il blackout di quella notte non permise all’sms di arrivare. Il Professore dice una cosa importante nel suo monologo di presentazione, ovvero: “Sono la persona che ha ucciso Nolan. Jeremy era colpevole di molte cose, ma non era un assassino. E a me non ha fatto piacere diventarlo.” L’ultima frase fa capire che il quando il Professore iniziò l’esperimento non pensava di certo di doversi macchiare le mani di sangue, ma poi le indagini di Taylor e Nolan lo hanno spinto a dover correre ai ripari e a tentare di uccidere i due ragazzi. Con uno ci è riuscito, con l’altra no. Continuo a pensare che Nolan fosse CONVINTO di incontrare qualcun’altro su quel tetto. Nolan non stava aspettando il Professore. Nolan e Taylor a questo punto stavano INDAGANDO per scoprire chi fosse, chi fosse dietro gli esperimenti, etc. Nolan stava aspettando qualcuno che avrebbe dovuto aiutarli, forse un qualche personaggio che ancora non abbiamo conosciuto, non lo so. Ma lo sguardo di Nolan pochi secondi prima di morire, quando il suo assassino esce dall’ombra, fa capire che non si aspettava di vedere tale persona, lui aspettava qualcun’altro lì sopra, e invece ha trovato il suo assassino.

Claire quindi a parer mio è super invischiata nella vicenda degli esperimenti, ma penso che ad un certo punto abbia iniziato a ribellarsi. C’è uno stretto collegamento tra Claire e Jeremy. Infatti nella #1×04 abbiamo visto che Jeremy era a casa di Claire per un ‘progetto che doveva approvargli‘. Tale progetto viene approvato da Claire. Probabilmente i due stavano discutendo sul da farsi per quanto riguardava lo svolgimento dell’esperimento. Penso che la colpa di Jeremy riguardo quella notte sia stata quella di spegnere la Beacon Guard e permettere all’assassino di raggiungere Nolan sul tetto. Jeremy è colpevole di aver dato il via libera al Professore, consapevole che avrebbe ucciso Nolan, e il Professore (e con lui anche Claire) ha fatto leva sull’amore che Jeremy provava e prova per Caitlin. 

Per quanto riguarda la misteriosa dottoressa Fielder con la quale Alison chiacchiera a fine episodio, credo che la giovane DiLaurentis sia ‘dentro’ ciò in cui è Mona sin dal pilot. Ricordate la famosa scena di Mona nel finale della #1×01 dove parlava in uno specchio e si è scoperto che era in collegamento con una sorta di organizzazione tipo CIA o FBI? Ricordate che non si è più parlato di ciò? Quando la dottoressa Fielder ha detto: “Alison DiLaurentis ancora non lo sa, ma è dentro” credo si riferisse proprio alla stessa organizzazione di cui fa parte Mona. Probabilmente hanno studiato attentamente Alison e hanno capito che sarebbe una risorsa eccellente per le loro indagini. Il fatto che ci sia di mezzo questa misteriosa organizzazione fa capire ancora di più quanto sia PIU’ GROSSO il mistero rispetto a ciò che abbiamo visto nelle stagioni di Pretty Little Liars.

Riesco ad eliminare (almeno per il momento) Taylor dai sospettati per un motivo molto semplice: il Professore o chi per lui ha dato fuoco al camper della ragazza, dove c’era installata la Beacon Guarda e TUTTO ciò che Taylor sapeva su ciò e sulla misteriosa lista ristretta di un gruppo di persone che veniva spiato alla BHU. Qualcuno ha voluto far sparire quelle prove, prove che Taylor aveva appunto trovato. Infine voglio stuzzicarvi con un dettaglio che ho notato. Durante l’episodio Zach dice ad Ava che al ‘Crimson Cafè‘ cercano personale. E come si chiama il progetto del Professore? Il progetto Crimson. Io terrei d’occhio MOLTI protagonisti perché secondo me è chiaro che l’esperimento è composto da un gruppo di persone che controlla i ragazzi, come il tizio che stava osservando Dylan da lontano, e non era Luke visto che il tizio aveva una maglia con una striscia bianca, mentre Luke aveva una maglia tutta nera.

Al momento le mie teorie sono queste! Probabilmente le smentiranno tutte non appena arriverà la stagione 2. Probabilmente ci azzeccherò su qualcosa e su altre no, chi lo sa. Non ci resta che attendere l’annuncio della stagione 2 per poter dormire sonni più tranquilli. La recensione finisce qui! Grazie per avermi seguito durante tutte le 10 settimane. Siete i lettori più FEDELI al mondo e di questo ve ne sono grato. Lasciate un commento alla recensione e ditemi cosa ne pensate del mio schema e delle mie teorie. Ci conto come sempre! Appuntamento (si spera) alla stagione 2.

RINGRAZIO ANCHE LA PAGINA ITALIANA UFFICIALE DELLO SHOW PER LA PUBBLICAZIONE DELLA MIA RECENSIONE (pagina gestita anche da me). ANZI, VI ORDINO DI VISITARE LA PAGINA:

(cliccando qui) —-> PLL: THE PERFECTIONISTS ITALIA <—- (cliccando qui)

VENITE A METTERE ‘MI PIACE’ ALLA MIA PAGINA UFFICIALE

O SEGUITEMI SU:

TWITTER || INSTAGRAM || YOUTUBE || PROFILO FACEBOOK PERSONALE

by: Frà Gullo
Facebook Comments